L’albergo sulla baia di Mulberry – Melissa Hill

9788817093637_0_0_1606_75

“Elle Harte è una giovane architetta di successo, vive a Londra, e ormai da tempo ha lasciato l’Irlanda e il paese dove è nata, Mulberry Bay. Sua sorella minore Penny, invece, non ha mai abbandonato quel piccolo, idilliaco villaggio a picco sul mare, dove tutti si conoscono e il cui cuore pulsante è da decenni il Bay Hotel, lo storico albergo gestito proprio dalla loro famiglia, le cui sale hanno ospitato un’infinità di feste ed eventi. Quando però Anna, la loro gentile e infaticabile madre, muore, tutto è destinato a cambiare. Elle torna a casa e ad aspettarla trova i luoghi e gli affetti di una vita, un amore interrotto, ma anche spiazzanti sorprese e impreviste rivelazioni. L’antico hotel è in decadenza e non se la passa affatto bene e, senza Anna a occuparsi di tutto, loro padre Ned sembra perso nei ricordi scanditi dalle canzoni dei suoi amati Beatles. Elle dovrà allora affrontare spettri e delusioni del passato per ricomporre i pezzi del presente e tentare di salvare le sorti del Bay Hotel. Ma da dove incominciare? Come restituire la magia di un tempo a quell’albergo in rovina? Quali compromessi Elle sarà disposta a fare per il bene della sua famiglia e di tutta Mulberry Bay? Sullo sfondo del burrascoso mare di Irlanda e con le suggestioni dei Beatles, Melissa Hill ci regala un’imprevedibile storia d’amore, amicizia e speranza.” Continua a leggere

Annunci

C’è una TRIBU’ di BAMBINI -Lane Smith

7415703_2048249

“Avete mai nuotato in uno sciame di meduse? Inseguito una truppa di bruchi? Dormito in un letto di ostriche? Dopo aver omaggiato i libri e la lettura in “È un libro”, Lane Smith celebra l’immaginazione e il suo potere di reinventare il mondo. E ci invita a una poetica riflessione sull’amicizia come motore primo dell’esistenza.” Continua a leggere

La locanda delle occasioni perdute – Antonella Boralevi

5715511_290643“Mirella cammina sotto la pioggia battente di Parigi, diretta nella minuscola rue Thérèse. Si ferma davanti all’insegna Restaurant che ha tanto cercato: seduta a un tavolo a sfogliare il pesante menu, può finalmente rivivere tutti i ricordi, i desideri, i sogni che l’hanno resa la donna che è oggi. Ma sa anche che torneranno a visitarla i rimorsi, le delusioni, le pagine più nere del racconto della sua vita, quelle che avrebbe voluto cancellare. E che aspettano solo di essere riscritte, come se il passato si potesse cambiare, e ogni amore perduto, ogni carezza mai data potessero trasformarsi in un nuovo inizio. Antonella Boralevi ci conduce nel fascino segreto di una locanda magica, in cui le nostre speranze più profonde s’incontrano e prendono vita. Un romanzo che è una favola dolcissima, per tornare a credere nel lieto fine.” Continua a leggere

Non ho fatto i compiti perchè – Davide Calì, Benjamin Chaud

non-ho-fatto-i-compiti-perche-libro-72403“Le scuse per non aver fatto i compiti sono un classico nella vita dello studente, e questo libro ne contiene di assurde, come “le lucertole giganti hanno invaso il nostro giardino” o “il cane è stato ingoiato da un altro cane e ho passato tutto il pomeriggio dal veterinario” oppure “siamo rimasti senza riscaldamento e ho dovuto usare le matite per il fuoco”, in un crescendo comico condotto con allegria surreale. Davide Calì firma un testo pieno di humor e costituito, in ogni pagina, da battute fulminanti come un tweet; Benjamin Chaud lo illustra con disegni vintage style, a tutta pagina, dal tratto sinuoso, pieni di colore e di dettagli decorativi. E da cui trapela un lieve tocco di ironia che piacerà anche ai grandi. ” Continua a leggere

Corpi freddi – Kathy Reichs

51Gy9kRVweL._SX316_BO1,204,203,200_“Quarant’anni, separata, una figlia al college, Temperance Brennan, antropologa specializzata in medicina legale a Montreal, in Canada, conduce complicate autopsie sulle ossa dei cadaveri irriconoscibili. Chiamata a esaminare un corpo appena scoperto vicino a una chiesa, si rende subito conto che si tratta di omicidio della peggior specie: il corpo è smembrato e decapitato e vi sono segni di violenza sessuale. Chi sarà quell’essere sventurato, dai capelli rossicci e dalla struttura minuta? Mentre a poco a poco vengono alla luce altre vittime, Temperance è certa che nell’ombra si apposti un killer che da un momento all’altro può colpire ancora: sua figlia, la sua migliore amica, forse lei stessa.” Continua a leggere