Osvaldo – Thomas Baas

“Osvaldo conduce una vita monotona fatta esclusivamente di lavoro e abitudini quotidiane, ha solo un amico, un uccellino di nome Pio-Pio. Il piccolo animaletto è sempre triste, non è certo esaltante vivere in una gabbia chiuso in una soffitta, allora Osvaldo decide di comprare una piantina per allietare l’amico. Ma il mattino seguente la piantina si è trasformata in una vera e propria giungla e Pio-Pio è scomparso! Osvaldo si precipiterà nella foresta fantastica alla ricerca del suo compagno affrontando mille pericoli e animali stranissimi: Quanto coraggio per un piccolo uomo! Un’avventura fantastica sull’amicizia e la libertà. Illustrazioni magnifiche a due colori con un rosso vibrante che incanta grandi e piccini.” Continua a leggere

Annunci

Gastone – Kelly Di Pucchio, Christian Robinson

“Madame Babette era orgogliosa dei suoi cuccioli: Fifì, Iris, Lilù e Gastone. Ma un giorno al parco incontrarono degli altri cagnolini… diversi da loro… ” Continua a leggere

C’è una TRIBU’ di BAMBINI -Lane Smith

7415703_2048249

“Avete mai nuotato in uno sciame di meduse? Inseguito una truppa di bruchi? Dormito in un letto di ostriche? Dopo aver omaggiato i libri e la lettura in “È un libro”, Lane Smith celebra l’immaginazione e il suo potere di reinventare il mondo. E ci invita a una poetica riflessione sull’amicizia come motore primo dell’esistenza.” Continua a leggere

I doni di Irene – Irene Berni

“Ogni valore imparato a suon di matterello, di lunghe attese a sbirciare una torta che cuoce in forno o a impacchettare biscotti, si traduce in qualcosa di buono, da regalare e condividere.. Ogni gesto, ogni ricetta o nastro utilizzato per confezionare un pacchetto parla della nostra cura verso le persone che amiamo.. A volte un piccolo dono è un racconto che non ha bisogno di troppe parole per essere compreso.” Continua a leggere

L’ESTATE DELLE CICALE – Janna Carioli, S. M. Possentini

image5“Una calda estate assolata, due bambini sulla soglia della preadolescenza, abbastanza grandi per mille avventure, non ancora così grandi da poterle affrontare senza i genitori. Una casa sull’albero. Una litigata per motivi futili. Un allontanamento che diventa distanza. Anni trascorsi lontani. E poi una nuova generazione di bambini che riscopre la casa sull’albero, e la vecchia amicizia.”

Continua a leggere