Mio padre il grande pirata – Davide Calì

151_Padre_pirataUn bambino innamorato del padre. Minatore emigrato in Belgio, rientra a casa solo una volta l’anno e a suo figlio porta regali di mare e racconti di tesori perduti e avventure. Suo figlio lo crede un pirata. Di più: un grande pirata che guida una nave chiamata Speranza. E chi, se non la ciurma, possono essere Tabacco, Turco, Libeccio, Barbuto, e anche il pappagallo Centolire, di cui parla sempre il papà? Sarà solo dopo un incidente in miniera che il bambino capirà la verità. Un lungo viaggio in treno verso il Belgio, e poi l’ospedale in cui ritroverà il padre ferito. E insieme una grande delusione: suo padre gli ha sempre mentito. Per fortuna è salvo, ma il grande pirata non c’è più. Alcuni anni dopo, un altro telegramma: la miniera chiude. Altro treno, altro viaggio, stessa destinazione. E, per il bambino – diventato ragazzo – la scoperta: Tabacco, Turco, Libeccio e Barbuto esistono davvero, sono i vecchi compagni del padre, e Speranza è il nome che campeggia all’ingresso della miniera. Nera come il carbone, allora il ragazzo issa sul traliccio più alto la bandiera della pirateria.

Chi di noi non ha mai fatto del proprio papà un eroe? Il mio per me era il più bello, il più forte scalatore, e la persona che sempre mi avrebbe protetto…10_pirataDi questo bambino non conosciamo il nome, ma dal suo racconto si sente tutto l’amore per il padre, un padre forte, invincibile e onesto, che ha degli amici fidati, il resto della ciurma e che vive innumerevoli avventure… Chissà se questo papà non ha mai raccontato al proprio figlio del suo lavoro in miniera proprio per non infrangere i suoi sogni? Le illustrazioni come potete vedere sono meravigliose, mi ricordano i lavori che eseguivo in 4° liceo artistico con il mio professore di ornato…

017quarello-eshop-mio-padre-il-grande-pirataPoi purtroppo il sogno di padre e figlio si interrompe e allora bisogna fare i conti con la realtà, ma la realtà e i sogni a volte si sposano così bene…

010quarello-eshop-mio-padre-il-grande-pirataUn libro illustrato adatto ad una fascia di età dai 6 ai 10 anni, ma che letto da un pubblico adolescente e  adulto da la possibilità di poter riflettere su  una condizione particolare della vita di un uomo e su come i sogni a volte ci aiutino a sopravvivere in una situazione particolarmente difficile. Un applauso anche al bravissimo illustratore Maurizio A.C. Quarello che ha saputo interpretare splendidamente questa storia.

Editore Orecchio Acerbo – Pagine 48 – Formato cartaceo – Cartonato – Illustrato – Per lettori dai 6 anni in su.

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in 6 - 10 anni, Illustrato, Libri per ragazzi e contrassegnato come , da Elena . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Elena

Mi chiamo Elena ho 47 anni, abito a Lecco, ridente cittadina manzoniana e sono una divoratrice di libri, oltre alla passione per la cucina che mi ha portato a creare un blog tutto mio nel 1998 http://www.nellacucinadiely.com, ho pensato fosse giunto il momento di aprirne uno che parlasse della mia passione per i libri. Non un blog classico ma un blog di gruppo, aperto a tutte le persone che innamorate come me dei libri vogliono partecipare a questo blog inserendo consigli, recensioni, notizie utili che parlino di libri e della loro magia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...