Borgo Propizio – Loredana Limone

Borgo Propizio“Quasi tutte le fiabe cominciano con C’era una volta, ma questa è diversa. Questa comincia con C’è una volta… Perché è oggi che Belinda ha intenzione di ripartire e Borgo Propizio, un paese in collina, in un’Italia che può sembrare un po’ fuori dal tempo, le pare il luogo ideale per realizzare il suo sogno: aprire una latteria. Il borgo è decaduto e si dice addirittura che vi aleggi un fantasma… ma che importa! A eseguire i lavori nel negozio, un tempo bottega di ciabattino, è Ruggero, un volenteroso operaio che potrebbe costruire grattacieli se glieli commissionassero (o fare il poeta se sapesse coniugare i verbi). Le sue giornate sono piene di affanni, tra attempati e tirannici genitori, smarrimenti di piastrelle e ritrovamenti di anelli… Ma c’è anche una grande felicità: l’amore, sbocciato all’improvviso, per Mariolina, che al borgo temeva di invecchiare zitella con la sorella Marietta, maga dell’uncinetto. Un amore che riaccende i pettegolezzi: dalla ciarliera Elvira alla strabica Gemma, non si parla d’altro, mentre in casa di Belinda la onnipresente zia Letizia ordisce piani, ascoltando le eterne canzoni del Gran Musicante. Intanto i lavori nella latteria continuano, generando sorprese nella vita di tutti…”

Quando un libro mi prende comincia da subito… La copertina mi ha fatto sognare ed immaginare un piccolo paesino sulle colline, con gli anziani sulle sedie nella piazza, con un bianchino in mano e un mazzo di carte… Una piccola piazza con la latteria, un bar e un panificio, tanta bella gente che si conosce da sempre e che sempre ha dei segreti… Devo dire che questo romanzo non mi ha deluso. Divertente, leggero e frizzante mi ha portato con il sorriso sulle labbra fino all’ultima pagina, con un tocco d’amore e di romanticismo in compagnia di Mariolina e Ruggero e con il nuovo sogno di Belinda che vuole fare a modo suo e non come vuole suo padre. Se poi alla festa di inaugurazione ci fosse anche il Gran Musicante sai che gioia per la zia Letizia. Un libro che è adatto a tutti e che vi consiglio di leggere, vi regalerà dei piacevoli momenti di serenità. Mi pare ci sia anche un seguito, che ovviamente cercherò al più presto di leggere!

Editore Guanda – Pagine 288 – Formato cartaceo – Ebook

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Narrativa contemporanea, Narrativa italiana, Romanzi e contrassegnato come , da Elena . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Elena

Mi chiamo Elena ho 47 anni, abito a Lecco, ridente cittadina manzoniana e sono una divoratrice di libri, oltre alla passione per la cucina che mi ha portato a creare un blog tutto mio nel 1998 http://www.nellacucinadiely.com, ho pensato fosse giunto il momento di aprirne uno che parlasse della mia passione per i libri. Non un blog classico ma un blog di gruppo, aperto a tutte le persone che innamorate come me dei libri vogliono partecipare a questo blog inserendo consigli, recensioni, notizie utili che parlino di libri e della loro magia.

11 thoughts on “Borgo Propizio – Loredana Limone

  1. questo tipo di storie mi piacciono molto… lo cercherò in libreria… io poi sono una tipa da copertina… e questa mi ha colpito subito, infatti mi sono messa a leggere la tua recensione!!! grazie per avermelo fatto conoscere!!

    Mi piace

  2. Pingback: E le stelle non stanno a guardare – Loredana Limone | Libri vagabondi

  3. Pingback: Un terremoto a Borgo Propizio – Loredana Limone | Libri vagabondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...